[home]

/e.ti.chét.ta/ sostantivo femminile: cartellino munito dei dati che permettono di identificare e tracciare un oggetto o un contenuto.

Quanti luoghi, geografie, emozioni… storie può conservare e dischiudere un tagliandino che ha per area poco più o poco meno di ventotto centimetri quadrati?

Se lo chiedono due architetti con la passione per il cinema, il paesaggio e la fotografia e una regista teatrale con il pallino della scrittura, tre creativi che amano carta e inchiostro ma non possono rinunciare al computer e alle mille possibilità dischiuse dal mondo digitale.

Un po’ per gioco, un po’ per sfida abbiamo iniziato a raccogliere intorno al nostro punto interrogativo immagini, suggestioni, vocaboli, suoni, profumi e visioni.

Abbiamo provato a reinventare un piccolo oggetto d’uso comune scoprendo che l’etichetta, con l’aggiunta di un QR code, può diventare un dispositivo narrativo agile e versatile, a servizio della promozione di contesti d’arte, d’archivio e d’azienda e del racconto di paesaggi e spazi urbani compositi e diversi.

Questo blog raccoglie progetti, esperimenti, materiali di lavoro e spunti di riflessione offrendo ai lettori, professionisti e non, una collezione di idee che nasce là dove si mescolano architettura e paesaggio, arte e teatro, fotografia e scrittura.

[Etichette d’arte] è un progetto curato da Studio OV_ AK.

Studio OV_ AK è a Meda, in via Indipendenza 76/A. Puoi contattarlo allo 0362 344914 oppure inviare una e-mail a: i.barison.uni@archiworld.it

Studio OV_ AK opera nell’ambito della progettazione architettonica, dell’architettura d’interni e della progettazione illuminotecnica.

Sa che Architettura e Arte sono un Bene Comune: strumenti d’ispirazione, preziosi mezzi per aggregare comunità, occasione di cura per chiunque viva in una condizione di fragilità.

Si occupa con passione e professionalità di architettura per la salute e di progettazione accessibile e funzionale.

Realizza piccole ristrutturazioni di qualità, a costo calmierato, per persone che vivono in particolari situazioni di disagio abitativo.

Attiva con gli adolescenti laboratori per la progettazione del verde scolastico e per migliorare sicurezza e fruibilità dei loro luoghi di ritrovo.

[segui il mio blog]

Clicca sul pulsante “segui” per ricevere articoli e aggiornamenti direttamente nella tua casella e-mail.

Grazie!

WordPress.com.

Su ↑